Partenariato

Working-TogetherPer fare in modo che il Programma Integrato Urbano (PIU Europa) rappresenti effettivamente uno strumento di traino verso lo sviluppo e per consentire alla città di intraprendere un reale percorso virtuoso di sviluppo, è assolutamente necessario che le iniziative programmate dalle amministrazione comunale siano supportate da iniziative provenienti dal settore privato, che in questa fase ritrova dinamismo e spirito propositivo. Nella consapevolezza che ogni contesto propone una sfida differente per l’attuazione dell’iter partecipativo, i processi sono stati impostati anzitutto sulla cura della comunicazione in direzione dell’empowerment dei partecipanti, definendo un set di strumenti ad un buon contenuto partecipativo, nel senso che sono in grado di raccogliere informazioni in modo interattivo e hanno come obiettivo di innescare direttamente la responsabilizzazione sulle scelte.

MANIFESTAZIONI DI INTERESSE

Per elaborare il Documento di Orientamento Strategico il Comune di Giugliano ha attivato il coinvolgimento del partenariato sociale ed economico locale, al fine di coinvolgere i privati disponibili ad investire risorse , a proporre e realizzare interventi previsti all’interno del Programma, o sinergici e congruenti con gli obiettivi del Programma stesso. Attraverso un format appositamente predisposto per il reperimento delle Manifestazioni d’Interesse, è stato possibile monitorare e, contemporaneamente, costituire un elenco di progetti qualificati materiali e immateriali che, coerentemente con gli indirizzi strategici dell’amministrazione, hanno contribuito a dare valore al progetto strategico della Città di Giugliano.Le Manifestazioni d’Interesse sono state raccolte mediante un Bando pubblicato sul sito istituzionale del Comune, che prevedeva la possibilità di corredare l’apposita domanda da proposte progettuali/idee progetto, che fossero coerenti con le tematiche di trasformazione e recupero fisico–funzionale del patrimonio edilizio esistente, nell’ottica di riviltalizzazione socio-economica sostenibile e del miglioramento della qualità della vita urbana.

pdf bando manifestazione di interesse.pdf  

xls Stakeholders_Giugliano.xls

LABORATORI DI PIANIFICAZIONE

Il Comune di Giugliano in Campania ha avviato le attività connesse all’organizzazione dei laboratori di pianificazione partecipata, istituiti nell’ambito del PIU’ Europa. Alcuni di essi sono stati programmati come momenti puntuali di intensa interazione sul campo tra soggetti coinvolti nella decisione (stakeholders), altri invece sono stati organizzati in modo da accompagnare il processo decisionale lungo tutte le sue fasi.

Gli incontri, che si sono svolti nei giorni 22 e 23 gennaio 2009, perseguivano innanzitutto obiettivi come: facilitare la comunicazione tra amministratori pubblici, operatori privati, attori esperti e non esperti; capire le diverse rappresentazioni (punti di vista) dei partecipanti; mettere a fuoco gli ostacoli economici, sociali ed ambientali; individuare le linee guida condivise per azioni future. Sono stati articolati seguendo un programma appositamente predisposto, con le modalità previste per le fasi di “avvio” e di “ascolto” della partecipazione della cittadinanza alle politiche pubbliche (avvisi, lettere di invito, liste di attori istituzionali e non, schede di raccolta dati/adesioni, format per la presentazione di idee/proposte). In particolare, i laboratori si sono sviluppati intorno ad alcune tematiche ed ogni tematica è stata affrontata, considerandone gli aspetti più problematici e maggiormente interconnessi al concetto di “urbanistica” e “miglioramento della qualità della vita”:

1. Urbanistica: il Documento di Orientamento Strategico, la Programmazione urbanistica e i Piani di settore, il Piano energetico di Città, il Piano Colore, la valorizzazione dei siti archeologici, la riqualificazione del Lago Patria e del territorio circostante.

2. Sport e Turismo: il Piano Urbano dello Sport, lo sport e l’impiantistica a Giugliano, il ruolo sociale dello sport e l’importanza dello sport in scuole ed Università, la gestione degli impianti sportivi.

3. Ambiente e Sicurezza: la bonifica del territorio, la caratterizzazione delle aree del litorale, acquedotti e fognature, rifiuti e raccolta differenziata.

4. Attività produttive e terziario: problematiche socioeconomiche locali, vitalità economica e riconversioni, strategie di sviluppo e legalità, miglioramento delle opportunità e delle condizioni di lavoro, la formazione al personale delle imprese.

5. Politiche sociali e giovanili: problematiche di minori e famiglie a rischio emarginazione, adolescenza a rischio, prevenzione rispetto alle dipendenze emergenti (fumo, alcol, droga), valorizzazione sociale, economica ed esistenziale dell’anziano, stranieri ed integrazione multietnica.